Il Gioco 2017-10-30T14:32:08+00:00

IL GIOCO

IL TABELLONE

Il tabellone rappresenta un anno solare durante il quale si svolge la vita dell’impresa. Ad ogni mossa l’imprenditore dovrà affrontare nuove scelte: pagare o non pagare le tasse; collaborare coi partner o cercare di guadagnare di più a loro spese; costruirsi una reputazione di affidabilità attraverso alla rinuncia di facili guadagni oggi, ma che potrebbe rivelarsi estremamente redditizia nel lungo periodo e così via.

Ci sono poi i “mini-giochi”, veri e proprie sfide nella sfida: cooperare, investire, partecipare a bandi di gara, tutto dipende da quanto sarai bravo a immaginare cosa gli altri giocatori faranno, tenendo conto che loro sanno cosa stai cercando di fare, e tu sai che loro sanno…

LE CARTE DA GIOCO

Le carte rappresentano gli “up & down” e le casualità: avvenimenti, positivi e negativi, che influenzano la vita dell’impresa: un impianto che si guasta o una commessa inaspettata; degli arretrati in arrivo o uno sciopero dei lavoratori.

Tutti elementi da tenere sotto controllo e cercare di anticipare.

LE REGOLE BASE

Ogni giocatore impersona un’impresa. Ciascuna impresa è descritta da una carta di identità che ne rappresenta il grado di sviluppo misurato secondo cinque dimensioni: 1) centralità della persona 2) impatto sociale 3) tutela ambientale 4) equità 5) partecipazione.

L’imprenditore che avrà saputo sviluppare meglio degli altri tutti questi aspetti sarà il vincitore. Ma a Wecoop si vince solo se si vince insieme, con il territorio e tutta la comunità di riferimento.

  • Quando finisce la partita il vincitore sarà il giocatore con il maggior numero di PUNTI VALORE nella carta d’identità della sua impresa. Solo a parità di punti valore vincerà il giocatore che avrà guadagnato più soldi

  • I concorrenti partecipano con le loro scelte di gioco alla costruzione di una cartina che rappresenta la regione di riferimento. Lo scopo del gioco è infatti quello di contribuire alla crescita sociale ed economica del territorio in cui operano le imprese.

  • I cinque mini-giochi rappresentano sfide e dilemmi sociali nei quali i giocatori sono chiamati a cimentarsi, a testare le loro capacità strategiche e le loro intuizioni morali. Fiducia, cooperazione, reputazione, affidabilità, sono alcuni degli elementi che verranno messi alla prova.

Non poteva mancare la BANCA che ha il compito di

  • custodire il Fondo Comune
  • custodire il denaro che non è di proprietà dei giocatori
  • gestire i movimenti monetari dovuti alle carte o ai minigiochi
  • incassare gli importi di tasse, DURC, multe